Pagina iniziale NigeriAid

MORTI INSPIEGABILI IN NIGERIA

MORTI INSPIEGABILI IN NIGERIA

Noi di Steadfast Onlus esprimiamo profonda preoccupazione per l’alto numero di morti inspiegabili, 640 secondo la task force, che si stanno verificando in Nigeria, nello stato settentrionale di Kano.

Come vi abbiamo già più volte spiegato, in Nigeria così come negli altri paesi dell’Africa subsahariana, le aree periferiche alle grandi città vivono in condizioni di disagio tali da non essere nemmeno soggette a censimento. Inoltre, le morti in quest’area, che avvengono al di fuori dell’ospedale, non vengono registrate; non vi sono, quindi, dati ufficiali relative ad un numero anomalo di morti, sebbene diverse testimonianze di operatori delle onorificenze funebri riportano con preoccupazione che si stia tumulando un numero di corpi più elevato del solito.

Il presidente Muhammadu Buhari ha prolungato il lockdown a Kano per altre due settimane, annunciando l’invio di una squadra governativa per indagare, essendo preoccupato che questa situazione possa essere connessa al Coronavirus. Kano attualmente ha 77 casi positivi Covid-19 con tre decessi. Il governo ha dichiarato che i primi rapporti del ministero della salute hanno dimostrato che la maggior parte dei decessi sono stati causati da complicanze derivanti da ipertensione, diabete, meningite e malaria acuta. Il Governo rimane in attesa di un rapporto finale del Ministero per intraprendere le azioni necessarie.

I test per Covid-19 potrebbero dare risposte più certe, ma sono iniziati appena due settimane fa e un laboratorio ha dovuto chiudere a causa della contaminazione.

Cos’altro potrebbe aver causato queste morti improvvise ?

Le strutture sanitarie private che forniscono una parte significativa delle prestazioni nella regione sono state chiuse a causa del timore relativo alla pandemia. Ciò potrebbe significare una mancanza di sostegno per coloro che hanno condizioni precarie di salute e che potrebbero essere morti di conseguenza.

Una dottoressa ha affermato che esiste ancora grande preoccupazione per l’infezione da febbre di Lassa in atto tra le comunità. Lo stato ha avuto cinque casi confermati e un decesso, secondo l’ultimo rapporto del centro nigeriano per il controllo delle malattie.

Speriamo vivamente che il Governo venga a capo della questione al più presto e che prenda le dovute misure per limitare i danni. Il nostro progetto NigeriAid deve andare avanti per dare il nostro supporto a una terra martoriata da più fattori, compresa quest’ultima pandemia. Non possiamo e non dobbiamo fermarci.

error: Content is protected !!