13 PUNTI PROGRAMMATICI STEADFAST: L’INCISO DI ISABELLA RAUTI

Come detto precedentemente, rispetto ai nostri punti programmatici proposti, pubblichiamo i contenuti che alcuni candidati alle elezioni politiche 2022, ci hanno fatto pervenire spiegandoci come intendono onorare il loro compito. Potrete leggere e commentare, esprimere i vostri pareri e porre domande di chiarimento (anche sui nostri social: facebook e twitter). Cogliete l’occasione!

Di seguito l’inciso della Senatrice Isabella Rauti, candidata alle elezioni politiche 2022 con Fratelli d’Italia al Senato nei collegi proporzionali P02 Veneto come capolista, P02 Lazio, P01 Puglia e all’uninominale U04 Lombardia (Sesto San Giovanni).

 

Per Fratelli d’Italia i temi proposti da Steadfast sono importanti per il nostro paese e lavorarci con attenzione sarà un preciso dovere del futuro governo. Nello specifico desidero soffermarmi sulla maternità surrogata e sulle cure palliative, temi che ho trattato diverse volte in questi 4 anni e mezzo di legislatura e che sento particolarmente.

Prevedere la maternità surrogata come reato internazionale.

Malgrado in Italia l’utero in affitto e la surrogazione di maternità siano un reato, in questi anni si sono visti tentativi di promuovere queste pratiche sotto forma di pubblicità, di attività commerciale e fieristica che Fratelli d’Italia ha prontamente denunciato. Vogliamo approvare al più presto la Proposta di Legge Meloni, presentata nel corso della scorsa legislatura, “Modifica all’articolo 12 della legge 19 febbraio 2004, n. 40, in materia di perseguibilità del reato di surrogazione di maternità commesso all’estero da cittadino italiano”, che introduce il reato universale per la pratica dell’utero in affitto. Fratelli d’Italia sta lavorando su questo tema da moltissimo tempo e in molti territori abbiamo raccolto le firme per sostenere la proposta di legge Meloni. Vogliamo fermare al più presto la pratica che porta ad aggirare la legge italiana andando all’estero per sfruttare il corpo di una donna in condizioni di povertà, per poi tornare in Italia come se nulla fosse.

Cure palliative.

Fratelli d’Italia ritiene che lo Stato debba tutelare il diritto alla vita di ogni persona e che il Servizio Sanitario Nazionale debba offrire ogni cura necessaria ed investire sulle cure palliative. Durante l’ultima legislatura ci siamo battuti contro la proposta di legge sul “fine vita”, l’eutanasia e il suicidio medicalmente assistito e intendiamo proseguire su questa strada, ma è necessario anche regolamentare, poiché nelle pieghe del vuoto normativo sulla materia continuano a verificarsi casi di eutanasia che scavalcano il Codice Penale, la Corte Costituzionale e il Parlamento. Fratelli d’Italia condanna la cosiddetta “cultura dello scarto”, una deriva ideologica che si sta affermando nel mondo occidentale, in cui paradossalmente l’unico diritto veramente tutelato diventa quello di morire, piuttosto che quello di vivere, per questa ragione è necessario investire in maniera ingente sulle cure palliative.

 

error: Content is protected !!