PATRICK ZAKI: 28 SETTEMBRE LA PROSSIMA UDIENZA

Pagina iniziale Diritti umani

PATRICK ZAKI: 28 SETTEMBRE LA PROSSIMA UDIENZA

PATRICK ZAKI: 28 SETTEMBRE LA PROSSIMA UDIENZA

In carcere in Egitto da febbraio 2020 e cittadino italiano da aprile 2021, Patrick Zaki, 30 anni, rischia una condanna a 5 anni con l’accusa di «diffusione di notizie false dentro e fuori il paese». Lo scorso Martedì 14 settembre si è tenuta infatti la prima udienza del processo nel tribunale di Mansura, città d’origine del ragazzo, dopo 19 mesi dall’inizio della sua detenzione in custodia preventiva.

Arrestato, interrogato e torturato dai servizi segreti egiziani per un articolo scritto nel 2019 in difesa della minoranza copta cristiana, a cui Patrick appartiene.

Come già abbiamo dichiarato in passato, è assordante la similitudine con il caso di Giulio Regeni, nostro connazionale, che in Egitto ha perso la vita in un modo orribile e disumano.
Così come è vergognosamente complice la timida presa di posizione nei confronti del regime egiziano da parte dell’Italia e dell’Unione Europea che, forse per salvaguardare rapporti commerciali con un paese che ha ruolo e posizione strategici, derogano al rispetto dei diritti fondamentali dell’ essere umano.

La prossima udienza si terrà il 28 settembre. Noi di Steadfast seguiremo e vi aggiorneremo sull’esito.

error: Content is protected !!